Risparmio Energetico

Qui di seguito vi elenchiamo alcuni consigli per avere una fornitura in sicurezza e per risparmiare sulle vostre fatture.

  • Spurga l’aria dai radiatori

    Per mantenere i termosifoni alla massima efficienza è buona norma spurgare l’aria presente nelle tubazioni dell’impianto, che tende a depositarsi nei radiatori impendendone il pieno riscaldamento. Questo obbliga la caldaia ad uno sforzo aggiuntivo per far raggiungere all’ambiente la temperatura desiderata. Nel caso i vecchi termosifoni non siano ancora muniti di una valvola di sfiato dell’aria, basterà rivolgersi al vostro termoidraulico di fiducia per farle installare sui radiatori: l’intervento non è oneroso e, al contrario, aiuta a risparmiare sulle spese di riscaldamento.

  • Specialmente d’inverno, non creare correnti d’aria!

    Facciamo circolare l’aria aprendo completamente le finestre nelle ore più calde, una stanza per volta: ricambiare l’aria della casa o tenere una finestra aperta quando la caldaia è accesa provoca un lavoro aggiuntivo della caldaia per mantenere la casa alla temperatura impostata. Per la stessa ragione, evita di tenere le finestre socchiuse.

  • Abbassa le tapparelle o chiudi le imposte nelle ore notturne

    Questo aiuta a mantenere la casa calda: anche se installi vetri e serramenti a bassa remissività, chiudere le serrande o le persiane nelle ore più fredde, quelle della notte, riduce ulteriormente la dispersione di calore e contribuisce a minimizzare i consumi.

  • Aumentare la temperatura di un grado costa l’8% in più in bolletta

    Per un solo grado di temperatura interna superiore, si calcola in media un incremento dei consumi dell’ 8%. Anche se in molti amano il caldo, è sempre consigliato tenere una temperatura di 19° C nelle abitazioni e negli uffici. Se il riscaldamento è autonomo, meglio abbassare la temperatura di riferimento nelle giornate più calde delle altre, così da evitare spese inutili. Indossare abiti idonei alla stagione ed abbassare la temperatura di 1-2 gradi, oltre ad essere una scelta votata al risparmio, è responsabilità verso l’ambiente. Con l’avvicinarsi della primavera è saggio ridurre le ore in cui si accendono i caloriferi in base all’aumentare delle ore di sole delle giornate.

  • Impostare temperature non troppo basse nei condizionatori

    Anche se d’estate abbiamo tutti caldo, in casa o in ufficio non dobbiamo sentirci come dei pinguini!! Impostiamo quindi la temperatura dei condizionatori a 24°, che è sempre meglio dei 30 e passa che troviamo all’aperto.

  • Stufette elettriche: si o no?

    Considera che l’uso delle stufette elettriche, quando queste sono un’integrazione al riscaldamento a caldaia, corrisponde ad un costo importante in energia elettrica. Se ti rendi conto di utilizzarle sempre, considera un intervento migliorativo sull’impianto di riscaldamento: basta, per esempio, aumentare gli elementi dei termosifoni. Se vivi in un condominio con riscaldamento centralizzato, ricorda però di concordare preventivamente ogni variazione degli elementi dei termosifoni con l’Amministratore.

  • Spegni la caldaia nelle ore notturne

    Regolare il timer per la riaccensione due ore prima del risveglio consente un bel risparmio! In caso di ambienti particolarmente freddi è comunque sufficiente regolare la temperatura interna notturna a 16° per dormire piacevolmente avvolti in un caldo piumone!

  • Fai controllare la caldaia!!

    Fai sempre una verifica annuale della caldaia per verificare dispersioni di calore, perdite, guasti, in particolare ai bruciatori.

  • Chiudi la porta dei locali che non usi

    Ripostigli, stanza degli ospiti: chiudere queste porte consente di isolare, per esempio, i termosifoni non necessari e concentrare il lavoro della caldaia sulle stanze in uso, con un notevole risparmio.

  • Quando un locale è troppo caldo non aprire la finestra: chiudi il radiatore!

    Aprire, o socchiudere, la finestra sottrae calore all’ambiente, inducendo la caldaia ad un maggiore e inutile lavoro che si traduce in un aggravio in bolletta.

  • Quando ristrutturi, pensa ad una buona coibentazione

    Coibentate, cioè isolare, le pareti per impedire la dispersione del calore con l’esterno d’inverno e del fresco d’estate, si traduce in minori consumi di gas ed elettricità. Nel caso specifico delle località montane la coibentazione vale un risparmio annuale del 70% della spesa annuale per riscaldare la casa!! La “Certificazione energetica degli edifici” [LINK WIKIPEDIA] è un utile parametro d’orientamento in caso di acquisto di un edificio. Migliore la classe, minori le spese per abitarvi in maniera confortevole.

  • Si ai pannelli radianti

    L’impiego di pannelli radianti a pavimento consente di irraggiare il calore dal basso. Questo garantisce il medesimo comfort richiedendo, però, temperature d’esercizio minori dell’impianto e, pertanto, un importante risparmio energetico. Con lo stesso principio l’irraggiamento del calore può arrivare dalle pareti, mediante pannelli radianti posti verticalmente particolarmente adatti, grazie alla loro modularità, in grandi spazi adibiti ad uffici.

  • L’impianto di riscaldamento centralizzato, i ripartitori e le valvole termostatiche

    Un impianto di riscaldamento centralizzato comporta un risparmio, in linea generale, sui consumi globali; a volte, però, questo al costo di riunioni condominiali di fuoco per chi ha troppo caldo, chi ha troppo freddo, e così via. Chiedete al vostro Amministratore un sistema di contabilizzazione del calore per dividere la spesa condominiale sulla base dell’effettivo utilizzo del riscaldamento (ripartitori) e l’installazione di valvole che consentano di impostare la temperatura del singolo termosifone per ogni appartamento aiuta ad aumentare ancor di più il risparmio (chi più consuma, più paga) e a dormire sonni tranquilli.

  • Tapparelle: verifica che il cassonetto sia coibentato a dovere

    E’ uno dei punti più critici: gli spifferi si insidiano nel cassone sottraendo calore, che notoriamente va verso l’alto, ai locali: falli isolare a dovere!

  • Razionalizzare il consumo elettrico

    Cercate di utilizzare gli elettrodomestici a consumo elevato (lavatrici e lavastoviglie) negli orari serali per aumentare i risparmi. Con qualche luce spenta in più aumenta non solo il risparmio, ma anche il romanticismo! Meno bagni caldi e più docce per ridurre i consumi (se accompagnati dalla rispettiva metà meglio: più affinità di coppia, meno consumi, più felicità!).

Open chat
Hai bisogno di informazioni?